Velikij Novgorod. 190 chilometri a sud di San Pietroburgo, sulle rive del fiume Volchov e del lago Ilmen, Novogorod è un tesoro medievale dichiarato da Unesco Patrimonio dell’Umanità. La città venne fondata nell’859 – col nome di Holmgaror – dai Vichinghi che commerciavano tra il Baltico e il Mar Nero. I Principi di Novgorod fondarono “Rus’ di Kiev”, primo stato russo. In epoca medievale Novgorod accumulò considerevoli ricchezze in virtù dei commerci di legname e pellicce in tutta Europa attraverso Hansa. La città controllava una vasta area all’interno della cosiddetta Repubblica di Novgorod, godendo di consistenti privilegi, di democrazia e di un’indipendenza unica a quel tempo nel resto della Russia. In quel periodo raggiunse la massima fioritura, anche dal punto di vista culturale. Nel 1478 venne conquistata dai moscoviti e annessa al Ducato di Mosca. Nel 1570 venne selvaggiamente saccheggiata dalle truppe di Ivan il Terribile, con l’accusa di tradimento. La città non si riprese dall’evento funesto e iniziò il suo declino. In parte a causa di questa decrescita, molti dei suoi tesori medievali sono stati preservati sino ad oggi.
Visita panoramica di Novgorod. Scopriremo i luoghi di maggior rilevanza; sulle rive del fiume Volchov, il Museo dell’Architettura in Legno espone venti esemplari di edifici civili e religiosi trasportati qui da altre parti della regione, tutti rappresentativi dell’architettura tipica della Russia del Nord. Vicino svettano le cupole dorate del Monastero di San Giorgio, noto anche come Monastero Yuriev. L’originario nucleo medievale detto Corte di Jaroslavl’ custodisce varie chiese dedicate ai santi patroni fra cui la Cattedrale di San Nicola. Sulla riva opposta del fiume, sorge il cuore della città: il magnifico Cremlino.

Visita del Cremlino di Novgorod. Questa fortezza medievale – detta anche Detinets – venne costruita nel 1044 e racchiude alcuni fra i monumenti russi più antichi: il campanile, l’orologio e la Camera Episcopale. Il suo gioiello più prezioso è la chiesa più antica di Russia, la Cattedrale di Santa Sofia, voluta nel 1050 dal principe Jaroslavl’ il saggio, coi suoi affreschi e i suoi cancelli in bronzo. Ulteriori monumenti da vedere nel Cremlino sono la Fiamma Eterna e il Millennio di Russia.