Visita al Cremlino e alle sue cattedrali. La parola “cremlino” in russo significa fortezza; nell’antica Russia ogni città di rilievo aveva la sua fortezza, circondata da possenti mura che ne proteggevano gli edifici principali, le chiese e le cattedrali. La fortezza di Mosca, culla della città, è la principale del Paese ed è stata dichiarata da Unesco Patrimonio dell’Umanità. Costruita nel XII secolo, assunse la forma che ammiriamo oggi nel XV secolo. Riflette in modo eccellente le diverse fasi dell’arte russa; un unico centro monumentale di architettura, pittura e arti decorative. Gli artisti e artigiani più dotati si sono adoperati per chiese, cattedrali e palazzi, tramandandoci attraverso la loro inestimabile perizia il potere e la gloria della Russia, concentrato in impareggiabili vicoli e sezioni. Il Cremlino è ancora oggi sede delle principali entità politiche e religiose del Paese: il Palazzo Presidenziale, edifici amministrativi e militari fra cui il Senato e l’Arsenale, numerose chiese e cattedrali. Le sue mura, alte 19 metri e lunghe 2.235 metri, composte da mattoni dal peso di 8 chilogrammi ciascuno, troneggiano sulla Moscova e sulla Piazza Rossa. Visiteremo la fortezza, godremo la vista dalla Campana dello Zar – la più grande al mondo – forgiata nel 1733; vedremo il Cannone dello Zar, uno dei più grandi a livello mondiale, creato nel 1586 da Andrei Choklow, allo scopo di difendere il cancello della Torre Spasskaja, e mai utilizzato. E vedremo la Piazza della Cattedrale, un gioiello di architettura, fiancheggiata dalla Cattedrale della Dormizione, dalla Cattedrale dell’Annunciazione e dalla Cattedrale dell’Arcangelo.